Hai un negozio fisico e vuoi vendere on line? Per chi ha un negozio fisico, tradizionale, aprire e gestire il negozio on line, per aumentare il proprio business è diventato un'esigenza non più rimandabile. E a differenza di quello che si può pensare, oggi gli strumenti a disposizione sono tanti e dal costo contenuto, tali da consentire con pochi euro di essere presente e avere il proprio shop on line evitando la partecipazione a marketplace come Amazon o Ebay che offrono notevoli vantaggi ma anche notevoli svantaggi.

Inoltre sono molti i negozi on line che non hanno dietro le quinte nessun negozio fisico o tradizionale: è la cosidetta vendita in dropshipping. Cioè non hanno un reale magazzino ma mettono in vendita interi cataloghi di prodotti, e una volta acquisiti gli ordini, gestiscono la preparazione e la spedizione direttamente dal magazzino del fornitore.

Il negozio on line sia nel caso di estensione del negozio fisico sia come unico punto di vendita dei propri prodotti necessita di strumenti gestionali idonei, che consentano col minor sforzo, di ottenere discreti risultati.

 

Cosa occorre: il gestionale di magazzino

facile managerIl gestionale di magazzino aiuta molto nell'inserimento dei prodotti, delle descrizioni, dei listini, delle quantità, delle immagini, delle offerte, dei produttori. Consente di caricare velocemente tutti i prodotti e poi eseguire la sincronizzazione automatica con il negozio on line. Il gestionale non ha i ritardi tipici di una gestione diretta sul web: apri, modifica, salva, ecc... e per ognuna di queste operazioni vi è l'attesa affinchè il browser e la linea internet facciano il loro dovere nel tempo più breve possibile. 

 

Cosa occorre: un dominio e spazio web

dominio webAcquistare o avere già un dominio, ad esempio www.ilmionegozio.it, con uno spazio hosting sufficiente a contenere i prodotti e le immagini del negozio. Lo spazio hosting dovrà inoltre avere prestazioni adeguate al numero di utenti che ci si aspetta di avere per non incorrere in rallentamenti o blocchi del sito: cioè occorre evitare che 7 o 10 seocndi per caricare una pagina web causi l'abbandono del sito dal parte dei visitatori o potenziali clienti. La scelta del fornitore dello spazio web, anche con l'aiuto di un professionista webmaster, è fondamentale: pagare 50 euro l'anno per avere un sito bellissimo ma lentissimo non serve a nulla.

 

Cosa occorre: un carrello elettronico da installare nel proprio spazio web

prestashopI carrelli elettronici sono dei software preconfezionati, alcuni gratuiti, altri a pagamento, che una volta installati nel proprio spazio web, consentono la vendita dei prodotti: i più utilizzati e diffusi in italia sono ad esempio: prestashop, magento, woocommerce, ecc... 

Questi software consentono un grande personalizzabilità nella grafica e nelle funzioni:

  • Migliaia di temi grafici a disposizione consentono di dare al proprio negozio on line l'aspetto e la veste desiderata
  • Moltissime funzionalità già incluse ed altre se ne possono aggiungere grazie alla disponibilità di moduli aggiuntivi 

Il webmaster a cui ci si è rivolti, saprà adeguare la veste grafica del negozio on line con le funzionalità richieste alle vostre necessità.

 

E dopo?

Purtroppo aver creato un negozio on line non è sufficiente per vedere aumentare il proprio fatturato e soprattutto in poco tempo: occorre essere ben posizionati sui motori di ricerca e su google prima di tutto. Purtroppo un negozio appena nato tendenzialmente, se pur ben fatto, ha diversi punti deboli:

  • Non è popolare sul web, perchè è appena nato
  • Non è citato da altri siti, non ne parla nessuno
  • Non ha una storia sul web e nei social

Sicuramente, l'aiuto di un professionista seo non guasta, per tutti i suggerimenti utili per la pubbicazione di prodotti con informazioni di qualità. Ma occorre anche adoperarsi per un'attività social che coinvolga quanto più possibile le proprie pagine di prodotto e soprattutto cercare di ottenere citazioni del proprio sito da parte di altri siti (che hanno un buon posizionamento su google search) per sfruttare l'effetto trascinamento.

Se si riesce ad abbinare anche un blog al proprio sito, costruendo articoli e news ricchi di informazioni di qualità (inerenti i prodotti che si vendono oppure riguardanti tematiche legate ai prodotti trattati). Se queste news ricevono molte visite e/o sono condivise e linkate sui social si vedranno ben presto i risultati nel posizionamento del negozio on line nella rete di ricerca di Google.

 

Ma...

Ne consegue che per vedere subito i primi ordini, occorre investire in pubblicità  (anche qui i consigli di un professionista aiutano tantissimo). Due, tra gli altri, sono gli strumenti suggeriti:

  • Google Shopping
  • Ads Words

Ma ce ne sono tanti altri: facebook ads, comparatori di prezzo, ecc...

google shopping

Google shopping e Ads Words sono due strumenti che possono essere utilizzati singolarmente o combinati. Consentono entrambi di decidere autonomamente il budget giornaliero da investire. Sono ottimi strumenti per iniziare a vendere fin da subito senza grandi investimenti pubblicitari. Non c'è un costo fisso, ma funzionano come una borsa valori: i protagonisti sono i tuoi concorrenti. Chi è disposto a pagare di più per il singolo click dell'utente viene visualizzato nei primi risultati in prima pagina. Si può pagare 0,01 centesimo per singolo click o anche 2 o 5 euro: tutto dipende da quanta concorrenza c'è su quel prodotto.

Google shopping:  con google shopping l'intero catalogo dei prodotti viene inviato a Google, anche giornalmente, e sul catalogo si costruisce una campagna pubblicitaria 

Ads words: anzichè inviare il catalogo dei prodotti, si crea una campagna pubblicitaria attraverso una ricerca di parole o frasi che gli utenti potrebbero cercare e a cui ci si vuole rivolgere per vendere i propri prodotti. Esistono strumenti idonei per questo che aiutano anche a capire su determinate parole o frasi che ipotetico volume di ricerca esiste.

La creazione di una campagna pubbicitaria su Google è semplice e guidata (per chi inizia, ma servirsi di un professionista sarebbe la scelta miglirore): si definisce il budget giornaliero, la strategia di offerta (distribuzione del budget giornaliero durante la giornata ad esemmpio), la zona geografica cui si è interessati, l'eta degli utenti cui ci si rivolge, gli orari del giorno, ecc...

Sicuramente per vedere i primi risultati occorre che l'investimento copra un periodo di tempo più o meno ampio, almeno un mese e contemporaneamente si dovrebbero analizzare le statistiche di ricerca, fare le oppurtune valutazione ed eventualmente apportare correzioni o modifiche nella strategia di vendita 

 

Dimostrazione pratica

Ecco qui seguito una dimostrazione pratica di un ipotetico negozio che vende dolci e biscotti e che usa il gestionale di magazzino per pubblicare i prodotti on line. Gli strumenti utilizzati:

 

1) Inseriamo un nuovo prodotto nel gestionale

  • Codice
  • Descrizione
  • Descrizione breve
  • Descrizione estesa
  • Prezzo 

 Caricare un prodotto

 

2) Sincronizzazione: tutte gli articoli selezionati per il negozio on line vengono sincronizzati su Prestashop (con cui è costruito il sito demo Demoshop)

Il carico dei prodotti sul gestionale è molto veloce, e durante la sincronizzazione tra il gestionale e Prestashop, che può avvenire dietro le quinte, si continua a fare altro.

 Sincronizzazione tra il gestionale e il negozio on line

  

 Il prodotto è visibile nel negozio on line con tutte le informazioni:

  • Codice
  • Nome prodotto
  • Descrizione aggiuntiva
  • Prezzo
  • Disponibilità
  • Immagini

negozio on line 

 

E infine l'inserzione su Google Shopping.

Importante: la semplice visualizzazione dell'inserzione nelle ricerche non comporta alcun costo. Infatti l'addebito avviene solo se l'utente effettua il click sul prodotto.

 Google Shopping

 

È possibile vedere un video completo: dall'inserimento del prodotto nel gestionale alla pubblicazione nel negozio on line presente su youtube.

Per ulteriori informazioni non esitate a Contattarci