Che cosa è lo scontrino elettronico?

Lo scontrino elettronico o meglio Documento Commerciale Telematico è il nuovo nome del classico scontrino fiscale che lo sostituisce integralmente. Sono introdotti anche i: Documento di Reso e Documento di Annullo che saranno dei veri e propri scontrini che consentiranno il reso della merce o l'annullamento parziale o totale di un precedente scontrino.

Che cosa è il registratore di cassa telematico?

Si tratta dell'evoluzione del classico misuratore fiscale (registratore di cassa), a cui si aggiunge la funzionalità dell’invio dei corrispettivo giornaliero direttamente ai server all'Agenzia delle entrate. Non servirà più annotare il corrispettivo totale serale nel libro dei corrispettivi.

Quando entra in vigore:

Dal 1 luglio 2019 o dal 1 gennaio 2020 entra in vigore il DOCUMENTO COMMERCIALE TELEMATICO che sostituirà lo scontrino fiscale e la ricevuta fiscale. Fino al 30 giugno 2019 l’invio dei corrispettivi telematici sarà facoltativo per i nuovi esercizi commerciali, dal 1 luglio scatterà l’obbligo dello scontrino telematico per i soggetti con un volume d’affari superiore a 400.000 euro nel 2018, l’obbligo si estenderà a tutti a partire dal 1 gennaio 2020. Il volume d'affari di 400.000 è da intendersi per partita iva, cioè se su una partita iva sono gestite due attività diverse che singolarmente non superano i 400.000 euro di fatturato ma nell'insieme si, scatta l'obbligo dello scontrino telematico già il 1° luglio 2019.

Chi deve adottare lo scontrino elettronico?

Lo scontrino elettronico ovvero il registratore di cassa telematico dovrà essere adottato da tutti gli esercizi commerciali, già operanti con un registratore di cassa e da tutte le attività artigiane che emettevano ricevute fiscali. Quindi è importante sottolineare che anche gli artigiani, i parruchieri, i barbieri, i meccanici, ecc..., non potranno più emettere la ricevuta fiscale: gli unici documenti ammessi sono: la fattura elettronica oppure lo scontrino elettronico telematico.

Come mettersi in regola

Chi è già dotato di un registratore di cassa, dovrà verificare la possibilità di aggiornarlo e trasformarlo in stampante telematica, e potrà usufruire di un credito d’imposta di € 50,00. Se si possiede un registratore di cassa prossimo all'esaurimento della memoria fiscale oppure l'aggiornamento è troppo costoso, dovrà acquistare una stampante telematica nuova e potrà usufruire di un credito di imposta del 50% del costo di acquisto con un massimo di € 250,00.

Come attivare una stampante telematica o registratore telematico?

L’utente deve accedere a Fisconline nella sezione Corrispettivi Elettronici e accreditarsi come Gestore ed Esercente. Successivamente, nella stessa area andrà gestita ogni comunicazione riguardante la stampante telematica. I corrispettivi verranno trasmessi automaticamente dalla stampante telematica ogni volta che si procederà alla chiusura serale (azzeramento).

La normativa prevede la possibilità di trasmettere i corrispettivi giornalieri entro un massimo di 5 giorni, al 6 giorno di mancata trasmissione si incorre nella sanzione per omessa trasmissione. Per quanto appena detto, per non incorrere in sanzione, l’utente che, per malfunzionamento della stampante telematica, per mancanza di connessione alla rete internet o per chiusura per ferie per oltre 5 giorni, deve accedere a Fisconline nella sezione Corrispettivi Elettronici e comunicare il motivo della mancata trasmissione. Con la Stampante Telematica, anche il libretto fiscale diventa telematico, tutte le operazioni, comprese quelle di intervento da parte del tecnico abilitato dall’agenzia delle entrate, verificazione periodica ecc., saranno registrate in modalità telematica.

 

Opportunità 

Nelle valutazioni che si faranno se adeguare il proprio registratore di cassa oppure acquistare un registratore telematico, è opportuno valutare anche l'adozione di un software gestionale che cosenta la gestione del registratore di cassa e contemporaneamente anche il magazzino, il flusso delle fatture ricevute ed emesse, la contabilità, ecc...

La nostra soluzione: il gestionale Facile Manager, disponibile in varie versioni per soddifare tutte le esigenze:

 


Vendita al banco

Vendita al Banco Touch

Un comodo pannello touch, personalizzabile, per operazioni rapidi e veloci.


Vendita al Banco Touch Gestione Comande

Un comodo pannello touch, personalizzabile, per operazioni rapidi e veloci. Gestione comande per bar, pizzerie, pub, attività commerciali in genere.

Vendita al banco gestione comande