Dallo scadenziario è possibile generare le ricevute bancarie da presentare in banca per l'incasso. È possibile gestire il flusso delle ricevute bancarie in due modalità:

  • Modalità semplice
  • Modalità avanzata

La differenza consiste in: nella modalità semplice, una scadenza di tipo ricevuta bancaria, nel momento in cui viene creata assume lo stato Aperta, e tale rimane fino all'incasso (al saldo). Non ci sono registrazioni in contabilità al di fuori della fattura e dell'incasso reale della scadenza.

Nella gestione avanzata al momento della generazione della scadenza, questa assume lo stato In portafoglio (con la contestuale registrazione contabile); al momento della presentazione della ricevuta bancaria in banca, la scadenza assume lo stato All'incasso (con la contestuale registrazione contabile); al momento dell'incasso, la scadenza assume lo stato Saldata (con contestuale registrazione contabile); se la ricevuta bancaria diventa insoluta, la scadenza assume lo stato Insoluto (con contestuale registrazione contabile).

In caso di insoluto, poi la scadenza potrà essere riprensentata, cambiandone lo stato da Insoluto a In portafoglio, oppure trasformata in scadenza semplice da gestire normalmente.

 

Per procedere alla generazione delle ricevute bancarie, procedere in questo modo: dallo scadenziario attivare la gestione delle Ri.Ba, selezionare le scadenze desiderate,

scadenze gestione ri ba

 

e premere il pulsante Genera Ri.Ba.: si apre la seguente maschera:

generazione ri.ba

dove si potrà:

  • Raggruppare effetti: raggruppare in un'unica ricevuta bancaria, le scadenze dello stesso soggetto con la stessa scadenza
  • Contabilizzare effetti: creare automaticamente le scritture contabili in prima nota: solo nella gestione avanzata, previa configurazione delle operazioni contabili interessate
  • Operazione effetti all'incasso: nelle tabelle contabili >> Operazioni prima nota creare/modificare l'operazione contabile con la quale sarà registrata in prima nota: è necessario che l'operazione contabile preveda un conto di tipo Effetti all'incasso
  • Totale Ri.Ba

Al termine della generazione per le ricevute bancarie gestite in modalità semplice non ci sarà nessuna scrittura contabile e le scadenze rimarranno in stato Aperta. Nella gestione avanzata, quando si usa la contabilizzazione degli effetti, ci saranno le scritture contabili e le scadenze passeranno allo stato All'incasso.

 

Il passo successivo è la presentazione in banca delle ricevute bancarie, creando il relativo file di interscambio. Procedere in questo modo:

 dallo scadenziario passare alla gestione Effetti:

scadenziario effetti

Nella gestione effetti, sono visibili:

  • Un filtro per selezionare gli effetti: Aperti, Saldati, All'incasso, Insoluti, Insoluti gestiti (cioè quelli insoluti le cui scadenze sono state ripresentate o incassate), o tutte
  • Banca dove presentare gli effetti 
  • Data di presentazione

La seguente barra comandi

barra comandi effetti

i comandi disponibili sono:

  • Selezione degli effetti da gestire
  • Deselezione degli efffeti da gestire
  • Genera file Ri.Ba: crea il file da caricare sul portale della Banca (è necessario anche che i soggetti, nella sezione Dati clienti, abbiano impostata la propria banca di appoggio)
  • Incassa Effetti e storno incasso effetti: apre la maschera di incasso degli effetti selezionati (gli effetti devono essere nello stato All'incasso, il cestino consente di eliminare l'incasso (gli effetti selezionati devono essere nello stato Saldato)
  • Insoluto Ri.Ba. e storno insoluto ri.ba.: apre la maschera di assegnazione dello stato di insoluto ri.ba. (nella gestione avanzata con conseguente registrazione contabile),
  • Elimina effetti: l'eliminazione degli effetti, riporta le scadenze collegate nello stato originario

 

Prosegui con: